Non è facile essere diversi

La frase non è mia
Sto guardando Chocolat e viene citata lì

Mi chiedo in quante ci riconosciamo nella protagonista, in quante stiamo con “un pirata di fiume” che non vuole mettere radici, in quante abbiamo gusto e passione per la scioglievolezza del cioccolato, in quante abbiamo visto un’amica scappare dal marito perché la picchiava, in quante sentendo il vento del nord soffiare abbiamo cambiato paese, in quante abbiamo pensato che gli altri fossero “stupidi conformisti” e noi “ribelli all’ottusitá generale”….

Ma se tutte pensiamo queste cose, perché tutte siamo convinte di essere sole?
Perché non sappiamo fare squadra come i nostri amichetti maschi?

E se fosse colpa nostra la “dominanza”maschile?
Siamo davvero diverse? O lo siamo solo da un immaginario maschile che ci viene imposto da anni?

Vogliamo Montalbano!!

Ok, lo ammetto, sul commissario c’ho fatto un pensierino da anni.
In quella casa in riva al mare non dico cosa non farei alle forze dell’ordine….

Ma non è questo il punto.

Un capitano, umorale, intelligente, che ama il suo lavoro, che guida una squadra, che….
Questo vorrei. Non ho doti da leader, non sono brava nell’avere la visione generale.
Vorrei una squadra, un buon capitano ed un buon motivo per fare quello che sto facendo

(Ndr, lo stipendio non rientra tra i buoni motivi)