Anoressia

Non so perché, ma oggi non riesco a non pensarci.
Credo che quegli anni da incubo non spariranno mai.
La scena era sempre la stessa:
Cena, “è pronto!”,
Tutti attorno ad un tavolo
Silenzio, quello imposto dalla TV
Poi rumore di posate
“È troppo”
“Dai, prova a mangiarne un pochino”
“Poi sto male”
” una forchettata, dai”
Silenzio
Rumore di posate
Una sedia spinta all’improvviso
Passi affrettati verso il bagno
Dopo qualche interminabile minuto, lo sciacquone
“Te l’avevo detto”
Silenzio
Il rumore delle mie posate
Io e mia madre che ci guardiamo mentre lei si allontana

Lo so. Il problema è di chi è colpito da questa malattia.
Non da chi cresce e vive con loro.
Ma posso dire una cosa?
Con rabbia e amarezza e forse un po di egoismo

Alla tenera età di 41 anni non ricordo di essere stata adolescente, di aver confidato a mia madre la prima cotta, di aver fatto shopping con mia sorella….perché io ero magra anche se mangiavo

Lo so. Il problema non era mio.
Era di chi stava male.
Però oggi, a due giorni dalla partenza per il mare, e dalla prova costume, ricordo ancora con dolore quegli anni.

Forse per questo non ho specchi in casa, solo in bagno uno piccolo per il viso.

11 thoughts on “Anoressia

  1. Quando qualcuno sta male il suo dolore non è soltanto suo, ma anche delle persone che gli vogliono bene. Non sentirti egoista, non lo sei. Hai sofferto anche tu la tua parte. Un abbraccio…

  2. il dolore segna tutto e tutti. E’ come un acido corrosivo, entrarci in contatto significa uscirne cambiati… sempre e comunque.
    E’ anche una questione di sensibilità personale e di diversi modi di approcciarsi alla vita, ma davanti a problemi che colpiscono una sfera così profonda della personalità è inevitabile che vivere a contatto con tanta sofferenza faccia male.
    Un abbraccio.

  3. cavaliereerrante ha detto:

    Il dolore …. @Magy ?!?
    Che sia carnale o che sia interiore …. appartiene alla vita “di tutti e di tutte” !
    Può attenuarsi, può talvolta sparire …. ma poi ritorna con la sua punta acuminata, poichè è parte integrante di noi e le ferite che lascia sono incancellabili !
    Piuttosto Tu …. se in casa avessi avuto uno specchio grande e, con l’ orgoglio ansioso della quarantunenne, ti fossi destreggiata indossando un succinto bikini, quello stesso specchio …. cosa t’ avrebbe detto ???
    “Oh …. che splendida quarantenne !!!” ….. I suppose ! 🙂

    • Carissimo, il dolore lascia cicatrici incancellabili.
      Per quanto riguarda lo specchio… i punti di vista sono tanti, io ti faro sapere quando io riuscirò a guardarmi!
      buon lunedì
      Magy

  4. Carissima meravigliosa 73..che ti importa dello specchio.. .lo specchio sono gli occhi di chi ti vuole bene’…degli sconosciuti che incontri per strada ognuno con i loro problemi eppure tu non lo sai…prova ad essere una sconosciuta qualsiasi che vuole rifarsi una nuova vita tutti ci proviamo il nostro bagaglio serve a tirare fuori le cose positive che ci aiutano e le altre ad addolcirle ,amati per come sei non preoccuparti troppo fai quello che piu’ti piace e guarda lontano.
    Mia figlia e del 72 ..e intollerante al glutine e lattosio. ..si e organizzata bene e vive da sola e lavora certo niente e facile e devi essere tu a vedere che la vita e comunque sempre meravigliosa.Un abbraccio bellissima 73.Caterina

      • Andra tutto bene vedrai lo devi desiderare con tutte le tue energie e sono tante piu’di quando tu immagini….sei solo tu la vera padrona e amica della tua vita ti devi voler bene e rispettare. Un grande abbraccio con il cuore che sa’capire le difficolta e superarle…vai tranquilla.Caterina

  5. Hai il coraggio di scriverlo il tuo dolore, e questo ti rende gia’ una persona forte…non lasciare che cio’ che ti ha fatto soffrire in passato torni a disturbare il tuo presente…lo so che non si dimentica, ma si puo’ tentare di chiudere il male in una scatola e riporlo per bene…sara’ sempre li’ ma non potra’ piu’ toccarti!
    Un grande bacio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...